Agevolazioni Fiscali

Detrazione Irpef 50%: interventi di Ristrutturazione

Chi può accedere:

Possono usufruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato.

L’agevolazione spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese:

  • Proprietari o nudi proprietari
  • Titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • Locatari o comodatari
  • Soci di cooperative divise e indivise
  • Imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce
  • Soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento, purché sostenga le spese e siano a lui intestati bonifici e fatture.

Caratteristiche del prodotto:

Rendimento/Efficienza > 70%

Come accedere:

E’ necessario che il prodotto venga riportato in fattura e che questa sia accompagnata da certificazione di efficienza dello stesso. Il pagamento della fattura stessa deve essere effettuato tramite bonifico bancario o postale con relativa causale di Intervento di Ristrutturazione Edilizia. Inoltre è necessario riportate il codice fiscale di chi effettua il pagamento e la partita iva o CF di chi lo riceve. E’ possibile accedere alla detrazione anche nel caso in cui la sola opera effettuata sia l’installazione di una stufa o caminetto.

Iva agevolata:

Con Legge 23/12/1999 n. 488 all'art. 7 comma 1 lett. B) è stata introdotta l'aliquota agevolata del 10% sulle prestazioni e interventi di recupero del patrimonio edilizio. Risulta chiaro pertanto che sulle cessioni con posa in opera di caminetti e/o stufe si applica l'aliquota IVA del 10% sul valore della prestazione, degli accessori e sul valore del bene pari al valore della prestazione e degli accessori stessi.

ALIQUOTE IVA APPLICABILI

Fabbricati a destinazione abitativa privata

Manutenzione ordinaria e straordinaria

Restauro e risanamento conservativo e interventi di ristrutturazione edilizia e di ritrutturazione urbanistica

Costruzione di un'abitazione non di lusso

Cessioni di beni “finiti”con posain opera

10% con la limitazione di alcuni beni significativi

10%

4%

Cessioni di beni “finiti”senza posain opera

22%

10%

4%

Documentazione necessaria:

  • Copia del permesso edilizio, se previsto, dal regolamento edilizio comunale
  • Certificato di efficienza del prodotto installato
  • Fattura riportante il prodotto

Documentazione da conservare:

  • Certificato di efficienza del prodotto installato
  • Fattura riportante il prodotto
  • Cedola del bonifico effettuato

Come viene erogata l’agevolazione:

Sotto forma di detrazione di Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche in 10 rate annuali.

Limiti:

La detrazione viene calcolata sul 50% dell’effettivo valore delle opere effettuate per singola abitazione fino a un tetto massimo di 96.000 €. L’agevolazione deve essere richiesta per spese effettuate entro l’anno.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SULLE PROCEDURE E SUI DOCUMENTI DA PRESENTARE:
GUIDA DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA

Detrazione Irpef 65%: Interventi di Efficienza Energetica

Chi può accedere:

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento. In particolare, sono ammessi all’agevolazione:

  • Le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • I contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
  • Le associazioni tra professionisti
  • Gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale

Caratteristiche del prodotto:

Caldaie o Termostufe le quali:

  • Abbiano un Rendimento/Efficienza pari alla classe 5 di cui alla norma Europea UNI-EN 303-5 = Rendimento utile nominale > 85%.
  • Rispettino i limiti di emissione più restrittivi fissati da norme regionali, ove presenti;
  • Siano inoltre stati progettati per il funzionamento con pellet di origine vegetale di classe A1 o A2.

Come accedere:

In questo caso è necessario che la domanda rientri in un più completo progetto di riqualifica energetica, redatto da personale qualificato come Termotecnici, Impiantisti, Architetti, Ingegneri, Geometri…ecc. E’ necessario che il prodotto venga riportato in fattura e che questa sia accompagnata da certificazione provante le caratteristiche precedentemente elencate. Il pagamento della fattura stessa deve essere effettuato tramite bonifico bancario o postale, deve riportate il codice fiscale di chi effettua il pagamento e la partita iva o CF di chi lo riceve. E’ possibile accedere alla detrazione anche nel caso in cui la sola opera effettuata sia l’installazione di una stufa o caldaia a biomassa. Nel caso in cui in fattura sia riportata anche l’installazione effettuata da personale qualificato, si può usufruire dell’iva agevolata al 10% sull’intero importo della fattura.

Iva agevolata:

Con Legge 23/12/1999 n. 488 all'art. 7 comma 1 lett. B) è stata introdotta l'aliquota agevolata del 10% sulle prestazioni e interventi di recupero del patrimonio edilizio. Risulta chiaro pertanto che sulle cessioni con posa in opera di caminetti e/o stufe si applica l'aliquota IVA del 10% sul valore della prestazione, degli accessori e sul valore del bene pari al valore della prestazione e degli accessori stessi.

ALIQUOTE IVA APPLICABILI

Fabbricati a destinazione abitativa privata

Manutenzione ordinaria e straordinaria

Restauro e risanamento conservativo e interventi di ristrutturazione edilizia e di ritrutturazione urbanistica

Costruzione di un'abitazione non di lusso

Cessioni di beni “finiti”con posain opera

10% con la limitazione di alcuni beni significativi

10%

4%

Cessioni di beni “finiti”senza posain opera

22%

10%

4%

Documentazione necessaria:

  • Documentazione che attesti i dati tecnici necessari per rientrare nell’agevolazione.
  • Attestato di certificazione (o qualificazione) energetica che comprende i dati relativi all'efficienza energetica dell'edificio.
  • Scheda informativa relativa agli interventi realizzati

Documentazione da Inviare:

  • Comunicazione all'Agenzia delle Entrate (in via telematica) redatta sul modello relativo, comunicando le spese sostenute e detratte nei periodi di imposta precedenti a quello in cui i lavori sono terminati, con riferimento ai soli lavori che proseguono oltre il periodo.
  • Comunicare all’ENEA in via telematica i seguenti dati:
    • Attestato di certificazione (o qualificazione) energetica dell’edificio.
    • Scheda informativa relativa agli interventi realizzati

Documentazione da conservare:

  • Certificato di asseverazione redatto da un tecnico abilitato
  • Ricevuta di invio
  • Fatture o ricevute fiscali comprovanti le spese sostenute (nelle fatture deve essere indicato il costo della manodopera utilizzata per la realizzazione dell'intervento)
  • Ricevuta del bonifico bancario o postale.

Come viene erogata l’agevolazione:

Sotto forma di detrazione di Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche in 10 rate annuali.

Tags: agevolazioni, fiscali, iva

Contattaci

Il nostro supporto è
disponibile nei seguenti orari:

Lun - Ven: 8:30 - 12:00  14:00 - 18:30 

Show Room 

Sab: 9:00 - 12:00  15:30 - 18:00

info@caminettibertucci.it